Uscita 7 del 19.4.2009: Monte Fraiteve

Che dire di questa giornata?
Programmata per una salita al GRAN PARADISO (cancellata per motivi di sicurezza e maltempo) ma risolta brillantemente con l’ascesa del FRAITEVE, la grande abbuffata di polenta e salsiccia in quel di Sportina, e coronata dalle fragole di Mauro!
Ma andiamo con ordine…

Già sabato un discreto gruppo di allievi si trova con direttore e vice per dare il meglio delle proprie capacità tecniche sulle piste della ViaLattea, non lasciando scappare l’offerta della società degli impianti che per l’ultimo we della stagione 2008-2009 apre i propri impianti gratuitamente. Ultimo we? Fine stagione? Sembra Natale, ed un natale di quelli che i vecchi raccontano, con alberi imbiancati, tanta neve e … pochissimi accaniti dello sci sulle piste.

Tanto se ne approfitta, guidati dal vice diretur, che si perde l’appuntamento con la polenta e salsiccia, arrivando tardi ai banchetti ormai completamente ripuliti, … e solo perché Vittorio voleva fare ancora un Banchetta …

Domenica mattina, ore 7.30, ben una quarantina di valorosi si presenta a Cesana sfidando la meteo inclemente. Sarà fiducia nel lato B del diretur?

Fiducia ben riposta, perché dopo un’oretta di veloce ascesa da Sansicario, su pista perfettamente innevata, sbuca dalle nubi il sole. Nevica con il sole, veramente suggestivo!
La neve ha però presto il sopravvento ma le strutture abbandonate in punta al Fraiteve accolgono tutti offrendo toelette riscaldate e luogo al riparo per il cambio d’abito. E sì, cambio d’abito per meglio presentarsi all’appuntamento con la polenta salsiccia e bicchier di vino, banchetto che stavolta non sfugge!!
Il vice non c’è ma tra un boccone ed una sorsata non ci si dimentica di lui…

Già, “siamo però a Sportina, le auto sono a Sansicario, dobbiamo anche tornare indietro! Prima di affrontare la salita perché non fare però una pista, magari due, tanto gli impianti sono gratis … e si digerisce la polenta?”
Detto fatto, su e giù dal Sarnas! E sulla seggiovia monoposto che porta al Col Basset si capisce perché i locals la chiamano “la Findus”, ma la risalita al Fraiteve riporta tutti alla giusta temperatura.

E che discesa dal Fraiteve! Neve fresca, da cinque stelle, su piste vergini suggerite da Frank, ottimo conoscitore dell’area. Tutti a dipingere e firmare i pendii, e guai a provare a sfuggire al diretur ancora fermo in sosta cercando di passare davanti, vero Marco??
Sci ai piedi si arriva a Sansicario: al 19 aprile, a quota 1700 m, le ultime curve: incredibile!!!
… ed alle auto torte e fragole (già, le fragole hanno sostituito i mandarini, grazie Mauro!), come da ormai consueta tradizione della rinomata Scuola.

Ancora una festosa domenica diversa dalle solite … a premiare coloro che hanno sfidato le pessime previsioni meteo.

Dario

Lascia un commento