Uscita 9 – domenica 13 Maggio – Truc Peyron

Chièl, la luna e I’sol
ma l’prima ca l’è stait al mond
l’è stait l’Diretòr…

…il famoso inno della Scuola (ma com’è che alle giovani generazioni non l’abbiamo più insegnato?!?) mi ritornava in mente domenica mattina, un inno semplice, un inno le cui prime strofe mi risuonavano in testa salendo su, a fianco della cascata.

Sì, perché la strofa successiva fa:

quattro, quattro allievi

tre istruttori

la luna e I’sol

ma l’prima ca l’è stait al mond

l’è stait l’Diretòr…

…e 4 erano gli allievi che domenica hanno sfidato le poco favorevoli previsioni meteo e che all’alba delle 5.45 si sono ritrovati con 3 istruttori fiduciosi che una bella gita comunque si sarebbe effettuata. A onor del vero occorre aggiungere che anche 2 erano gli amici ex-allievi che mai demordono… Ma non doveva tirare vento, fare freddo e magari piovere? All’alba invero tutto sereno!!!! Sagge le parole scritte da Bubbolotti su Gulliver relazionando la sua salita al Breithorn “la prossima volta le previsioni del tempo le leggo su Topolino, forse sono più affidabili!”…

Partiamo con l’idea di salire al Moncenisio per fare la Roncia, ma nuvole cupe stazionano al colle anziché il cielo azzurro promesso da Meteo France. Così, dopo un breve consulto, giriamo le auto e torniamo indietro, giù fino a Susa e poi su sino a Grange della Valle: l’itinerario di riserva. Qui sole, cielo azzurro e nessuna nuvola!!! Meteo che, con qualche passaggio nuvoloso, con qualche nebbia che prova ad infastidirci, rimarrà così tutta la mattina, per avvolgerci solo al rientro alle auto.

La meta? Poteva essere il Sommeiller oppure il Truc Peyron. A Vittorio l’ardua scelta ed il timore delle nuvole che avanzano lo portano a scegliere (anche perché è per lui una prima) il Truc Peyron. 1360m di salita ed uno splendido ripido pendio su cui aprire le danze. La neve tiene nonostante l’ora tarda, in qualche punto frena la nostra corsa, ma ci permette di scendere sino a 50m sopra il rifugio Levi Molinari. 10 minuti a piedi, via gli scarponi, svuotate le 2 bottiglie di vino e giù a Deveys, la degna conclusione in piola di una bella giornata.

E la Roncia? Se fa bello ….. domenica prossima, 20 maggio!

Lascia un commento